File di licenza: qualche considerazione

Salve lettore, in questo articolo voglio darti qualche rapido spunto sul file di licenza. In questi giorni di upgrade verso la versione 19.2 di Business Central, io e il team di cui faccio parte, ci siamo imbattuti in qualche piccola novità riguardo i file di licenza.

La prima riguarda una nuova estensione di file per la licenza, ovvero insieme al file con estensione .flf, viene scaricato un file con estensione bclicense (entrambi i file sono contenuti in un file zip). Conosciamo ormai tutti che il file flf è il formato di licenza legacy. Il formato bclicense è il formato più recente. Entrambi i tipi di file contengono gli stessi termini e autorizzazioni. Quello che li differenzia è che il tipo file bclicense è più adatto per i file di licenza di grandi dimensioni. Infatti con licenze di grandi dimensioni potresti avere problemi in fase di importazione. Un file di grande dimensioni lo potresti ottenere se hai una grossa frammentazione nell’utilizzo degli oggetti o quando hai molti addon all’interno della tua licenza. Ricorda, inoltre, che il file flf verrà deprecato.

Caricare un file di licenza

Con la dismissione dell’ambiente c/side per caricare un file di licenza occorre utilizzare qualche comando Powershell. Per caricare un file occorre utilizzare questo comando:

Import-NAVServerLicense -ServerInstance <server instance> -LicenseFile “<path to the license>”

Una volta eseguito questo comando, occorre riavviare il servizio, e al nostro scopo possiamo utilizzare quest’altro comando:

Restart-NAVServerInstance -ServerInstance BC

Attenzione alla numerazione!

Oltre al file bclicense, un’altra cosa che è saltata all’occhio è il controllo del validatore di codice della numerazione dei campi. Se nel file app.json hai runtime = 8.0 (quello che corrisponde alla versione 2021 wave 2) e il validatore di codice attivo, ti accorgerai che vengono fatti i controlli di numerazione anche sull’id dei campi. Pertanto presta attenzione quando quando fai un’upgrade di una soluzione C/AL verso AL, perché se la soluzione di partenza non è nella numerazione dell’app su cui la stai portando, oltre agli oggetti, anche i campi avranno il controllo sull’id.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.